Colloqui di sostegno
Colloqui di sostegno crivop

Sportello di ASCOLTO

 
Tenuto da operatori volontari che hanno ricevuto una formazione in merito; rivolto ai detenuti e alle detenute per accompagnarli in questo momento difficile della loro vita. E’ inoltre un sostegno anche per gli  extra-comunitari, spesso emarginati all’interno delle carceri a motivo della loro nazionalità. Gli obiettivi che ci prefiggiamo sono:
  • Fornire supporto morale che possa aiutare ad eliminare ansie, paure e ulteriori disagi;
  • Aiutare i giovani ad avere un rendimento più efficace, incentivandoli allo studio;
  • Migliorare il senso di autonomia e autostima;
  • Favorire la comunicazione attraverso l’ascolto;
  • Favorire l’impegno in compiti che possano far emergere la loro creatività, aiutarli ad affrontare al meglio i loro disagi e anche dipendenze;
  • Aiutare le persone straniere a prendere parte della società, offrendo anche un servizio di mediazione linguistica, incentivandoli allo studio;
Questa attività di supporto morale e relazionale viene richiesta da parte del detenuto o dall’Area Educativa tramite schede precompilate in dotazione ai volontari CRIVOP.
 

Cineforum ONESIMO

Il Cineforum prevede la proiezione di diversi film, selezionati per un pubblico penitenziario, la la cui durata, compresa la presentazione e il dibattito conclusivo (per valutare come hanno recepito l’iniziativa, una verifica del nostro intervento ed eventuali raccolte di proposte da parte dei detenuti) è di circa due/tre ore per ogni proiezione.
Con la visone di questi film vogliamo evidenziare degli insegnamenti morali e sociali, con l’obiettivo di trasmettere un messaggio capace di sollevare, edificare e ricreare condizioni di vita morali totalmente rinnovate.
Questa attività prende il nome da “Onesimo”, uno schiavo di cui si parla nella Bibbia, che scappò da Colosse e andò a trovare l’apostolo Paolo a Roma, dove si convertì al cristianesimo. 



Cineforum Onesimo-

Progetto musicale
“L’ARPA DI DAVIDE”

Questo progetto consiste nell’organizzazione di manifestazioni musicali, dedicate al Gospel contemporaneo, tenute all’interno degli Istituti Penitenziari della nazione in occasione delle feste di fine anno. 
Durante queste serate i detenuti possono trascorrere momenti di gioia e serenità con le proprie famiglie.  
Il nome di questo progetto è ispirato al noto episodio biblico che narra come Davide, con il suono della sua arpa, riusciva ad infondere serenità al re Saul.  Così anche noi cerchiamo di trasmettere un messaggio di amore e speranza a tutti i detenuti.

Progetto rivolto ai figli dei detenuti “UN'ORA DI ARCOBALENO”

Questo progetto si svolge in occasione della festa del papà o della mamma. E’ nato con lo scopo di coinvolgere i figli delle/dei detenute/i e creare un momento di gioia attraverso il quale trasmettere un messaggio di amore e speranza.
Di solito in queste manifestazioni, a secondo gli spazi messi a disposizione dei penitenziari, viene invitato il genitore con i propri figli.
La nostra animazione è rivolta a bambini di età compresa dai 3 agli 11 anni. Si inizia offrendo ai presenti un rinfresco con dolci, patatine e bevande, dandogli la possibilità di festeggiare l’incontro per circa 15 minuti. 
Subito dopo, entrano in azione il gruppo di animazione che intratterranno i bambini facendoli giocare con i loro papà, una seconda parte comprenderà il truccabimbi e giochi di gruppo.
attività crivop - arcobaleno
attività crivop - calcio

Progetto sportivo
“DERBY DELL’AMICIZIA”

Per portare momenti di serenità e gioia a quanti sono ristretti presso le strutture penitenziarie. La CRIVOP attua un progetto sportivo denominato “Derby dell’amicizia” con gli obiettivi :
  • l’uscita dal sedentarismo; la consapevolezza della salute psicofisica
  • la valorizzazione della dimensione ludica come opportunità di socialità 
  • l’acquisizione di una cultura sportiva, dell’autodisciplina, dell’aggregazione
  • allentamento delle tensioni prodotte dalla condizione detentiva
Calcio quindi non solo come pratica disciplinante, come educazione alle regole, ma anche e soprattutto come strumento di valorizzazione di sé, di socializzazione e di autostima.
Alla fine della partita, la CRIVOP premia i vincitori e i partecipanti con delle medaglie e a seguire offre un rinfresco.
 

Progetto di socialità
“TRE ORE D’ASCOLTO”

Progetto realizzato per il raggiungimento dell’obiettivo dell’art.17 dell’Ordinamento Penitenziario, cioè la risocializzazione dei detenuti, promuovendo lo sviluppo dei contatti tra la comunità carceraria e la società libera. 
La CRIVOP con il progetto “Tre ore d’ascolto” desidera realizzare, in un periodo di maggior rischio suicidario come nei mesi di fine d’anno , un momento conviviale di socialità con un panettone e delle bevande, o nei mesi estivi con del gelato, assieme ai detenuti nelle aree di socialità delle sezioni delle carceri.
attività crivop - tre ore di ascolto

Progetto creativo
“FIORI TRA LE MURA”

Il progetto di decoupage “Fiori tra le mura” è nato per far emergere sia particolari qualità espressive sia per migliorare difficoltà nelle abilità manuali, è infatti una tecnica di decorazione con cui si applicano ritagli di carta o stoffa su scatole e oggetti di vario genere, rinnovandone l’aspetto!
Per alcuni ristretti in situazione di handicap il laboratorio ha costituito un’occasione di crescita sotto il profilo cognitivo e prassico. E’ stata, inoltre, un’opportunità per acquistare progressivamente fiducia nelle proprie capacità di espressione, migliorando l’integrazione ed il senso di appartenenza.

Con il progetto si cerca di valorizzare le risorse positive che tutti hanno, qualunque sia stato il loro passato. E in questo l’arte aiuta molto…”

Progetto sociale
“MAGAZZINO VESTIARIO E PRODOTTI IGIENE INTIMA”

La CRIVOP realizza per i detenuti indigenti negli Istituti Penitenziari, in locali designati dalla Direzione, un magazzino vestiario dove raccogliere abbigliamento sia nuovo che usato e prodotti per l’igiene intima da donare a coloro che sono nella soglia di povertà. 
Lo sportello funziona su richiesta da parte del detenuto e dietro l’autorizzazione della Direzione. 
La CRIVOP inoltre, all’esterno dei penitenziari, organizza approvvigionamenti di abbigliamento e prodotti per l’infanzia da donare a tutte quelle famiglie dei ristretti che ne fanno richiesta.
attività crivop - coiffeur

Progetto beauty
“COIFFEUR CRIVOP”

La privazione della libertà personale, bene primario per ogni essere umano, si declina con modalità ed effetti differenti se la persona in questione è una donna piuttosto che un uomo.
La donna in carcere soffre maggiormente la detenzione in relazione alle possibilità limitate di gestire il proprio corpo: l’esposizione del corpo nudo in ambienti con persone estranee, la cura dell’igiene, la salute. Si accompagna a questo la diversa modalità con cui la donna vive emotivamente la detenzione: il distacco dagli affetti, il sentimento di inadeguatezza nella cura delle relazioni da cui si separa, il giudizio della società.
Pensiamo alle carceri solo come scenario di dolore, di violenza, di perdizione. Un luogo davanti al quale è meglio girare la testa. E invece dietro le sbarre ci sono tante attività, che la CRIVOP svolge in diversi penitenziari in Italia, che mirano a tenere accesa la speranza. Il progetto “Coiffeur CRIVOP” serve per far apprendere un lavoro che possa costituire una chance di riscatto una volta scontata la pena. I tagli di capelli esercitano sulle donne un grande fascino. Un taglio di capelli offre numerosi vantaggi e non solo in termini di comodità. Dà un tocco di fascino in più e aiuta a contraddistinguersi soprattutto in uno stato di detenzione.
Con l’aiuto di alcune volontarie specializzate, c’è chi si esercita sugli smalti, chi impara come applicare le creme sul viso, chi scopre le tecniche da coiffeur.

Progetto acquisti SOC
“SHOPPING ONLINE CRIVOP”

La parola inglese shopping è il gerundio del verbo to shop, che significa comprare. L’espressione shopping online per definire l’acquisto tramite il commercio elettronico con l’utilizzo di Internet.

La CRIVOP in relazione alla gestione degli acquisti per i detenuti di generi non presenti nell’elenco della spesa (mod. 72) e comunque consentiti ed autorizzati dalla Direzione si impegna, con una modalità già concordata con la Direzione dell’Istituto, a fare da tramite tra il detenuto e i siti di vendita online per acquisti di vario genere consentiti.

shopping-online