• info@crivop.it
  • +39 320 333 2481

NEWS

Torino 2-3-4 Marzo 2018

Glis Hotel Centro Congressi

Tariffa adulti e bambini dai 12 anni

 

€ 60.00 al giorno per persona

Servizi inclusi nella tariffa: pernottamento, colazione, pranzo e cena.

(Tassa di soggiorno € 1,20 al giorno a persona)

Supplemento camera singola € 25,00 al giorno

 

Tariffa bambini da 3 a 11 anni

 

€ 52,00 al giorno a bambino

Servizi inclusi nella tariffa: pernottamento, colazione, pranzo e cena

 

Tariffa bimbi da 0 a 2 anni

 

Gratis

 

Tariffa per esterni

 

(Tutti coloro che prenderanno parte all’evento, senza pernottare)

€ 15,00 a pasto Il menu standard comprende:

un primo, un secondo con contorno, un dessert o frutta, ½ acqua, caffè. (Supplemento calice di vino o bevanda € 2.00)

Richiedi il nostro calendario Crivop Onlus 2018

inviaci una e-mail al link sottostante

Richiedilo ora al link sottostante!

RSS Ristretti Orizzonti

  • Processi, vittime e carnefici: cinici strumenti di consenso January 15, 2019
    di Luigi Ferrarella   Corriere della Sera, 15 gennaio 2019   Il carcere? Parola di ministro, è un posto dove si "deve fare marcire" le persone. Già pareva abbastanza, venerdì scorso, l'assedio dei familiari delle vittime al Tribunale di Avellino e le minacce al giudice dopo la sgradita sentenza sui 40 morti nella strage del […]
  • Non si può mai gioire, se una persona finisce in prigione January 15, 2019
    di Iuri Maria Prado   Il Dubbio, 15 gennaio 2019   Dunque l'arresto di un latitante costituisce una "bella notizia". Ed è una "bella giornata" quella in cui si apprende che il latitante in questione potrà finalmente scontare la sua pena in un carcere italiano. E così si gioisce, si fa festa, perché la pretesa […]
  • Perché un ministro non può dire che un detenuto "deve marcire in galera" January 15, 2019
    di Manuela D'Alessandro   giustiziami.it, 15 gennaio 2019   Sentire un ministro dell'Interno affermare che un detenuto "deve marcire in galera" fa male alla Costituzione sulla quale tutti i componenti del Governo giurano al loro insediamento. Perché chi ha scritto la nostra carta si è ispirato a un'idea di carcere come possibilità di rieducazione per […]
  • Torregiani: "Non trasformiamo Battisti in un orco" January 15, 2019
    polisblog.it, 15 gennaio 2019   "Mi aspetto che venga trattato con tutti i diritti e il rispetto che deve avere un detenuto". Alberto Torregiani vuole solo giustizia. Quando è stata diffusa la notizia dell'arresto di Cesare Battisti, Torregiani aveva predicato calma, temendo che non venisse estradato in Italia. Solo dopo averlo visto scendere dall'aereo ha […]
  • La vita che c'è dietro le sbarre January 15, 2019
    di Mauro Leonardi   Avvenire, 15 gennaio 2019   La notizia data dal ministro della Giustizia che Cesare Battisti sarebbe stato condotto a Rebibbia - poi corretta, annunciando che sarebbe stata preferita la destinazione di Oristano - mi aveva colpito molto perché da qualche tempo svolgo nel carcere romano il ministero di Cappellano (per l'esattezza […]
  • La differenza tra vendetta e giustizia January 15, 2019
    di Claudio Cerasa   Il Foglio, 15 gennaio 2019   Battisti, Salvini e gli sciacalli che sostituiscono il rancore alla ragione. Il 14 gennaio del 2019 non verrà ricordato solo come il giorno dell'arrivo in Italia di un ex terrorista sfuggito per troppi anni alla nostra giustizia, ma verrà ricordato anche come il giorno in […]
  • Quei ghigni di Stato che umiliano la giustizia January 15, 2019
    di Francesco Merlo   La Repubblica, 15 gennaio 2019   Nelle scena da saloon allestita in aeroporto si specchiano il delirio da finto rivoluzionario di Battisti con quello da "castiga-comunisti" dei gialloverdi. Sono solidali di ghigno e di grugno, Cesare Battisti che si atteggia a vittima, e Matteo Salvini che si atteggia a boia. Solo […]
  • Il palco e la diretta social. L'arrivo di Battisti in Italia si trasforma in uno show January 15, 2019
    di Maria Corbi   La Stampa, 15 gennaio 2019   Polemica per la presenza dei ministri a Ciampino: "Passerella avvilente". Bonafede: sarebbe stato offensivo non esserci, i cittadini sono orgogliosi. Il Falcon del 31esimo Stormo apre le porte ed eccolo, Cesare Battisti, sulla scaletta con una scorta di forze dell'ordine e la faccia tesa, con […]
  • Battisti, ultima scena. L'ex terrorista-trofeo torna nelle patrie galere January 15, 2019
    di Eleonora Martini   Il Manifesto, 15 gennaio 2019   Il leghista Salvini e il grillino Bonafede presenziano al rientro del super latitante sulla pista dell'aeroporto romano di Ciampino. Trasferito immediatamente nel carcere ad alta sicurezza di Oristano dove sconterà l'ergastolo. Quando, a metà pomeriggio, le porte del carcere di Massama si chiudono alle spalle […]
  • Due ministri non vanno ad accogliere un terrorista January 15, 2019
    di Domenico Cacopardo   Italia Oggi, 15 gennaio 2019   Salvini è il Fregoli della p.a.. Veste impropriamente le divise di tutti i corpi con i quali ha a che fare come ministro. Siamo gente poco seria. Lo sappiamo bene. E con scarsa serietà ci siamo comportati in occasione del rientro in Italia del latitante […]

La CRIVOP nelle carceri in Germania

Colonia (Germania) 

Martedì 28 novembre 2017 alle ore 19:00

La CRIVOP nelle persone del Presidente Nazionale CRIVOP Italia Onlus Michele Recupero e di sua moglie Cettina, dopo gli ingressi nelle carceri degli Stati Uniti è della Spagna, faranno ingresso per la prima volta nella prigione di Colonia in Germania (http://www.jva-koeln.nrw.de/).

Con il contributo dell’opera carceraria “Scheideweg” (https://www.scheideweg.nrw/) i coniugi accompagnati dal collaboratore e traduttore Matteo Buonsanto visiteranno la sezione femminile della struttura penitenziaria.

La prigione di Colonia è un’istituzione penale nel distretto di Colonia Ossendorf . Esiste dal 1969 ed è per 1171  detenuti uomini, donne e giovani. La prigione di Ossendorf è circondata da un muro di circa 1,3 km di lunghezza.

L’intera struttura è suddivisa in singole strutture per soddisfare le esigenze della giustizia penale. L’ala amministrativa, così come la chiesa e la biblioteca sono al centro della prigione, e le singole unità carcerarie sono collegate da un sistema di corridoi attraverso il centro.

La CRIVOP dopo nove anni di attività di volontariato penitenziario è presente nelle regioni della Sicilia, Calabria, Campania, Liguria, Piemonte e Friuli Venezia Giulia.

Il desiderio del Fondatore CRIVOP Michele Recupero è di rendere sempre più stabili le CRIVOP regioni tramite i responsabili e volontari sparsi in Italia, ma non solo, raggiungere tutte quelle regioni dove ancora non vi è la presenza attiva della CRIVOP Onlus.

vedi l’articolo completo su: http://www.crivop.it/news/comunicato-stampa/la-crivop-nelle-carceri-in-germania/