• info@crivop.it
  • +39 320 333 2481

NEWS

Torino 2-3-4 Marzo 2018

Glis Hotel Centro Congressi

Tariffa adulti e bambini dai 12 anni

 

€ 60.00 al giorno per persona

Servizi inclusi nella tariffa: pernottamento, colazione, pranzo e cena.

(Tassa di soggiorno € 1,20 al giorno a persona)

Supplemento camera singola € 25,00 al giorno

 

Tariffa bambini da 3 a 11 anni

 

€ 52,00 al giorno a bambino

Servizi inclusi nella tariffa: pernottamento, colazione, pranzo e cena

 

Tariffa bimbi da 0 a 2 anni

 

Gratis

 

Tariffa per esterni

 

(Tutti coloro che prenderanno parte all’evento, senza pernottare)

€ 15,00 a pasto Il menu standard comprende:

un primo, un secondo con contorno, un dessert o frutta, ½ acqua, caffè. (Supplemento calice di vino o bevanda € 2.00)

Richiedi il nostro calendario Crivop Onlus 2018

inviaci una e-mail al link sottostante

Richiedilo ora al link sottostante!

RSS Ristretti Orizzonti

  • Rebibbia, la tragedia dell'ossessione carceraria September 19, 2018
    di Stefano Anastasia*   Il Dubbio, 19 settembre 2018   Riforma penitenziaria. Maternità, salute, droga: i nodi dimenticati. Era in carcere da poco più di 20 giorni, nel "nido" di Rebibbia con i suoi due bambini. Ora è in isolamento, guardata a vista, protetta dalle altre detenute e da se stessa. La sua bambina è […]
  • Lei non era una detenuta September 19, 2018
    di Patrizio Gonnella*   comune-info.net, 19 settembre 2018   Come sarà classificata la povera bimba morta, pare uccisa dalla propria mamma, nel carcere romano di Rebibbia? Di certo non verrà conteggiata tra i detenuti morti nel 2018. Lei non era una detenuta. Era prigioniera, suo malgrado. Era innocente. Come innocenti sono tutti i bambini del […]
  • Lo scandalo dei bambini che vivono in carcere September 19, 2018
    di Antonio Crispino   Corriere della Sera, 19 settembre 2018   Hanno da zero a sei anni ma sono già detenuti. Nelle carceri italiane ci sono 60 bambini detenuti. L'ingresso in carcere dei bambini è una scelta della donna. Che però, quasi sempre, non ha una vera opzione Escono solo il sabato con i volontari. […]
  • Il dramma di Rebibbia e quei 62 bambini in carcere con le madri detenute September 19, 2018
    di Federica Olivo   huffingtonpost.it, 19 settembre 2018   Una legge del 2011 aveva previsto la nascita di "case famiglia protette" per madri condannate. A 7 anni dall'entrata in vigore, però, ne esiste solo una. Di lei si sa solo che era una bambina, che aveva quattro mesi e che ha trascorso le ultime settimane […]
  • Non esistono schemi per giudicare una detenuta che uccide suo figlio September 19, 2018
    di Antonio Pechiar   Il Fatto Quotidiano, 19 settembre 2018   Mentre scriviamo la tragedia si è consumata da poco. Quasi nulla è chiaro. Tanto meno la fine, quel che tutti vorremmo sapere: ce la farà il figlioletto di due anni a sopravvivere? Per il fratellino di quattro mesi, purtroppo, non c'è più nulla da […]
  • Sono 62 i bimbi dietro le sbarre. Il Garante Mauro Palma: "Mancano case-famiglia" September 19, 2018
    di Maria Rosa Tomasello   La Stampa, 19 settembre 2018   Secondo la legge il diritto dei piccoli dovrebbe prevalere sull'esigenza di punire il genitore. Ma alla prova dei fatti, i domiciliari non funzionano e non ci sono soldi per strutture alternative. Di una cosa tutti sono certi: i bambini non dovrebbero vivere dietro le […]
  • Rebibbia, tragedia al nido. Detenuta uccide la figlia September 19, 2018
    di Eleonora Martini   Il Manifesto, 19 settembre 2018   Una donna tedesca butta giù dalle scale i suoi due figli. La piccola muore, l'altro è gravissimo. Il Garante Mauro Palma: "Prima della punizione viene il diritto dei bimbi di vivere con le madri fuori dal carcere". Stavolta è successo in carcere. Una donna tedesca […]
  • Le detenute e i loro piccoli, vita quotidiana in carcere September 19, 2018
    di Federica Angeli   La Repubblica, 19 settembre 2018   Nel reparto dove Alice ha ucciso la figlia, le giornate seguono la routine dell'infanzia. La garante Gabriella Stramaccioni: "Dramma inspiegabile. Non aveva dato segnali" Per Alice Sebesta quella di ieri era stata una giornata come tutte le altre passate in carcere dal 27 agosto. Nessuno […]
  • Lillo Di Mauro: "A Casa di Leda c'è posto e i bambini sono più liberi" September 19, 2018
    di Federica Angeli   La Repubblica, 19 settembre 2018   In via Kenya all'Eur la villa di 600 metri quadrati confiscata. È una struttura unica in Italia, inaugurata meno di un anno fa. "Quanto accaduto nella Casa Circondariale di Rebibbia, è una tragedia per tutti noi che lavoriamo in questo ambito". A parlare è Lillo […]
  • "Mai più bambini in carcere"... così disse tre anni fa il ministro Orlando September 19, 2018
    di Riccardo Polidoro*   Il Dubbio, 19 settembre 2018   La legge prevede che la custodia cautelare per le donne con figli minori non può essere scontata in carcere fin quando il bambino non avrà compiuto il sesto anno di età. Prima di tale norma il limite era di tre anni. Nell'ipotesi in cui vi […]

La CRIVOP nelle carceri in Germania

Colonia (Germania) 

Martedì 28 novembre 2017 alle ore 19:00

La CRIVOP nelle persone del Presidente Nazionale CRIVOP Italia Onlus Michele Recupero e di sua moglie Cettina, dopo gli ingressi nelle carceri degli Stati Uniti è della Spagna, faranno ingresso per la prima volta nella prigione di Colonia in Germania (http://www.jva-koeln.nrw.de/).

Con il contributo dell’opera carceraria “Scheideweg” (https://www.scheideweg.nrw/) i coniugi accompagnati dal collaboratore e traduttore Matteo Buonsanto visiteranno la sezione femminile della struttura penitenziaria.

La prigione di Colonia è un’istituzione penale nel distretto di Colonia Ossendorf . Esiste dal 1969 ed è per 1171  detenuti uomini, donne e giovani. La prigione di Ossendorf è circondata da un muro di circa 1,3 km di lunghezza.

L’intera struttura è suddivisa in singole strutture per soddisfare le esigenze della giustizia penale. L’ala amministrativa, così come la chiesa e la biblioteca sono al centro della prigione, e le singole unità carcerarie sono collegate da un sistema di corridoi attraverso il centro.

La CRIVOP dopo nove anni di attività di volontariato penitenziario è presente nelle regioni della Sicilia, Calabria, Campania, Liguria, Piemonte e Friuli Venezia Giulia.

Il desiderio del Fondatore CRIVOP Michele Recupero è di rendere sempre più stabili le CRIVOP regioni tramite i responsabili e volontari sparsi in Italia, ma non solo, raggiungere tutte quelle regioni dove ancora non vi è la presenza attiva della CRIVOP Onlus.

vedi l’articolo completo su: http://www.crivop.it/news/comunicato-stampa/la-crivop-nelle-carceri-in-germania/